Passa ai contenuti principali

LA RICETTA PIU' CLICCATA

SAVARIN E BABA' MIGNON

Un savarin che si fa ammirare e piccoli babà da assaporare Pasta babà bagnata al Rum e ricoperta con gustosa crema pasticcera
Il Savarin fa parte della pasticceria napoletana perchè è una variante del babà, il dolce che è tra i simboli della tradizione partenopea.

Il Savarin si differenzia dal babà per la sua forma circolare e il foro centrale che le pasticcerie campane come tradizione riempiono di crema pasticcera con al centro una deliziosa amarena sciroppata.
Il babà mignon invece non manca mai tra la piccola pasticceria insieme alla famosa sfogliatella liscia o riccia.
Come si fa a resistere a tanta bontà! Quando c'è qualcosa del genere in frigo è un continuo andare e venire fino alla gara per accaparrarsi l'ultimo rimasto!
Provare per credere!!!!






































PASTIERA CON GRANO E RISO

La Pasqua, come  altre  feste religiose, oltre a vederci coinvolti nelle diverse funzioni liturgiche, ci porta a riunirci in famiglia e quindi a pranzare insieme, sia per il piacere di gustare piatti tradizionali, che soprattutto per condividere  momenti di comunione e di allegria. Questi momenti noi li assaporiamo negli istanti in cui li viviamo, e sembrano sparire, invece rimangono indelebili nelle nostre menti e nei nostri cuori  e riemergono negli anni successivi, quando ci ritroviamo sempre meno numerosi, ma con le stesse tradizioni da condividere e tramandare ai nuovi che giungono.
Dall'unione di diverse famiglie, ovviamente c'è l'aggiungersi di particolari e varianti, così, per quanto riguarda la pastiera in casa mia ne abbiamo due versioni; questo comporta che ogni anno per la Pasqua, a parte il doppio lavoro, c' è  un continuo assaggiare perchè le due versioni sono entrambe richieste e non c'è una decisione unanime, alla fine sono entrambe molto buone.



Ingredienti:
1 base di PASTA FROLLA
500 gr di grano cotto
500 gr di zucchero
160 gr di ricotta
6 uova
50 gr di burro
50 gr di frutta candita
200 gr di riso cotto in bianco e salato
1 bustina di vanillina
½ bicchiere di un misto liquori al gusto rum e al gusto anice
la buccia grattugiata di un limone

Preparare la pasta frolla già qualche ora prima e metterla in frigo.
In una ciotola di dimensioni adeguate mettere il grano e lo zucchero e sbattere il tutto con una frusta poi aggiungere il riso;  da parte schiacciare bene la ricotta con la forchetta per renderla cremosa, sbattere le uova in una ciotola, sciogliere il burro e quando è tiepido, aggiungere  questi ultimi tre ingredienti al composto precedente  continuando a sbattere; infine aggiungere la frutta candita, i liquori, la vanillina e la buccia di limone grattugiata.
Togliere dal frigo la pasta frolla qualche minuto prima e cominciare a stenderla.
Imburrare una teglia 32-33 cm di diametro foderarla con la pasta frolla, versarvi il composto e decorare con le strisce di pasta frolla alternandole per avere degli incroci a losanghe.
Infornare a 180° per circa 30 minuti, a fine cottura lasciare asciugare nel forno ancora per una mezz’ora poi sfornarla  e quando si è raffreddata toglierla dalla teglia.

Variante: con queste quantità io  faccio sempre due  pastiere perché a noi in famiglia piace più bassa e non molto umida quindi uso due teglie di 27 e 23  cm.

Qui la variante PASTIERA CON SOLO GRANO

Post popolari in questo blog

DOLCE NEL BICCHIERE

Un delicatissimo dolce al cucchiaioDolce monoporzione, facile da preparare, si presenta benissimo
Un dessert morbido, cremoso, con delicato gusto di fragola e vaniglia.
Un dolce facile e veloce da preparare, ma anche molto bello da vedere, utile come monoporzione soprattutto in occasione di cene e rinfreschi.


Il dolce al cucchiaio più noto e apprezzato lo conosciamo tutti  è il tiramisù, ne ho realizzato, tempo fa, una mia versione nel bicchiere; una versione che è piaciuta davvero tanto, infatti è stata scelta come worldrecipes per l'EXPO 2015

Questa che vi propongo oggi, è una nuova interpretazione che sostituisce i savoiardi con il pan di spagna, il caffè con lo sciroppo di vaniglia  e fragola; ho scelto inoltre di utilizzare due creme, una al mascarpone e l'altra pasticcera.
Il risultato è stato un dessert che ha conquistato proprio tutti, infatti hanno chiesto se si poteva ripetere l'esperimento al più presto.
Come sempre,  vi suggerisco di realizzare  la ricetta , e mi f…

TORTA COCCO MANDORLE E CIOCCOLATO

Mega torta di compleannoUna torta particolare per una persona speciale 
Fare dolci è una mia grande passione, ne ho fatti tantissimi, soprattutto torte di compleanno classiche, con ciuffi di panna e decorazioni particolari create da me.

La TORTA, è il dolce classico da preparare in occasione di una  festa in famiglia quale può essere il compleanno, l'onomastico o un anniversario; per tradizione è sempre stata a base di soffice pan di spagna aromatizzato con una bagna.
La BAGNA, in genere, è al gusto che è  più richiesto in famiglia, o che comunque che si abbina meglio alla crema con cui si farcisce la torta, spesso si sceglie una bagna al liquore, ma se ci sono i bambini non è consigliabile.
Questa  torta di compleanno è ripiena di una golosa crema al gusto dei cioccolatini Raffaello, ed ha una bagna semplice e delicata, che consiste in uno sciroppo di acqua e zucchero aromatizzato alla vaniglia.
E' sicuramente molto apprezzata da grandi e piccini.
Se vi ha incuriosito questa ricett…

CAROTE IN PADELLA CON ALLORO

Un profumato contorno con le carote Spesso con la scusa non c'è tempo ripieghiamo su un contorno veloce come un'insalata, ma non pensiamo che anche con la fretta che ci accompagna costantemente possiamo mangiare dei gustosissimi piatti, salutari e senza impazzire vicino ai fornelli. Per cucinare queste carote, vi assicuro deliziose, basta dedicarci pochissimo tempo, quello necessario per metterle in padella e poi possiamo continuare a fare altro o cucinare un primo veloce e senza accorgercene sono già pronte. E .... non dimentichiamo che la carota è ricca di vitamina A (Betacarotene), B, C, PP, D e E, nonché di sali minerali e zuccheri semplici come il glucosio. Per questo motivo il suo consumo favorisce un aumento delle difese dell'organismo contro le malattie infettive