Passioni & Curiosità : aprile 2014

mercoledì 30 aprile 2014

MOMENTI GOLOSI

Capitano a tutti quei momenti di golosità da soddisfare con velocità e semplicità. 
Magari un appuntamento preso al volo per un tè o un caffè insieme, oppure anche solo la voglia di pasticciare  da soli o con i bambini, che non si tirano mai indietro quando c'è da sporcarsi le mani e leccarsi la cioccolata. Beh! neppure io.
Allora ecco cosa mi capita di fare ogni tanto, se ho un pò di tempo libero, mi preparo una dose di PASTA FROLLA e la tengo in frigo, poi al bisogno in base anche all'occasione e ai partecipanti posso inventarmi una crostata, dei biscottini o addirittura degli antipasti rustici di cui vi parlerò qualche altra volta.



Ingredienti per circa 20 "momenti golosi":
1/4 della ricetta base per la PASTA FROLLA
5 o 6 cucchiai di nutella
zucchero a velo

Accendere il forno a 180°C, cominciare a stendere la pasta frolla (spessore circa 3-4 mm) e a preparare le teglie rivestendole con carta forno, tagliare i biscotti con le formine e infornarli per circa 15 minuti, controllare la doratura perchè ogni forno può aver bisogno di tempi diversi; comunque c'è da tener conto della sottigliezza della pasta, quindi non va bene cuocerli troppo.
Quando si saranno raffreddati farcirli con la nutella  e spolverarli con lo zucchero a velo.

mercoledì 23 aprile 2014

ZEBRATO CON FANTASIA AI FRUTTI DI BOSCO

Ho provato questa ricetta che mi ha dato un'amica,  davvero particolare l'effetto zebrato, ma è risultata un pò asciutta, quindi ho pensato a questa variante con panna e frutti di bosco, ed   è subito finita.


Ingredienti:
300 g di farina
140 g di fecola
150 g di  burro
120 g di latte
1 bustina di lievito per dolci
6 uova
Vanillina
220 g di zucchero
30 g di cacao

Decorazione e bagna:
250 ml panna
un bicchierino di liquore (rum o altro)
un bicchiere di acqua
3 cucchiai di zucchero
frutti di bosco

Cominciare impastando il burro a temperatura ambiente con lo zucchero, poi aggiungere una alla volta le uova, ottenendo un impasto molto fluido, versare la farina mescolata, al lievito e alla vanillina.
Versare il latte un po’ alla volta controllando la consistenza, e dividere l’impasto in due parti, aggiungendo, a una metà il cacao, all’altra metà la fecola.
Imburrare la tortiera e cominciare versando due cucchiai di impasto bianco al centro della teglia, poi sulla parte bianca versare al centro due cucchiai di impasto al cacao, continuare sempre alternando così fino alla fine delle due quantità.
Assicurarsi che il piano di lavoro sia livellato e non penda su un lato
Infornare in forno preriscaldato a 180° C per 50/60 minuti.
Preparare lo sciroppo con zucchero e acqua bolliti insieme, e poi mescolato al liquore.
Sfornare la torta lasciarla raffreddare. Tagliarla a metà e bagnare le due parti, stendere uno strato di panna poi sovrapporre l'altra metà. Decorare con ciuffi di panna e frutti di bosco.



sabato 19 aprile 2014

AUGURI DI BUONA PASQUA

Auguri di pace, gioia e serenità a tutti.



PANE DI PASQUA "SUGNA E PEPE"

Anche questa è una ricetta della tradizione pasquale, il pane con  "sugna e pepe" che è presente sulla tavola di Pasqua  e accompagna la "minestra maritata".





Ingredienti:
500 g di farina
150 g di strutto
sale q. b.
1/2 cucchiaino di pepe macinato fresco
1 bustina di lievito di birra
circa 300 ml di acqua tiepida

In una ciotola capiente setacciare la farina, aggiungere il sale, lo strutto, il pepe, il lievito ed infine l'acqua in quantità tale da avere in impasto molto morbido. Fare un panetto e coprirlo con un panno umido, tenerlo al caldo aspettando che lieviti. Quando il volume del panetto si è più che raddoppiato imburrare una teglia, dividere l'impasto in due parti ricavarne due rotoli lunghi quanto il diametro della teglia e incrociarli. Coprire e lasciare lievitare di nuovo. 
Riscaldare il forno a 200° C, prima di infornare lavare le uova e infilarle nella pasta, cuocere in forno per 40/50 minuti.

Con questa ricetta partecipo al contest

http://kucinadikiara.blogspot.it/2014/03/il-mio-nuovo-contest-ricette-regionali.html


venerdì 18 aprile 2014

CASATIELLO DOLCE

Il dolce della tradizione 



Anche questa è una ricetta che mi ha insegnato la mia mamma. 

Preparare i casatielli, era come un rito che si diffondeva di ora in ora nel vicinato. 

Ci si dava conforto quando c'erano ritardi nella lievitazione; mamma mi raccontava che delle amiche alcune volte avevano aspettato giorni per vederli lievitare. 

Da piccola mi divertivo quando lei sbatteva a mano l'impasto dei casatielli, e non vedevo l'ora che si arrivava al momento della decorazione dove partecipavo con grande impegno per distribuire i confettini colorati sulla glassa.

Ora ci sono i miei figli che partecipano a questa tappa ma ancora più volentieri a quella dell'assaggio.




PASTIERA SOLO GRANO

Questa è l'altra versione, con il grano cotto nel latte e ridotto a crema, ma senza crema pasticciera.



Ingredienti:
1 base di PASTA FROLLA
500 gr di grano cotto
350 gr di zucchero
350 gr di ricotta
7 uova
250 ml di latte
150 gr di burro
100 gr di frutta candita
1 fialetta di aroma ai fiori d’arancio
½ tazzina di liquore strega

Preparare la pasta frolla già qualche ora prima e metterla in frigo.
In una pentola di dimensioni adeguate mettere il grano con il latte, lasciare cuocere per una mezz’ora poi passare il tutto nel passaverdure. Al composto cremoso ottenuto, aggiungere lo zucchero e sbattere il tutto con una frusta;  da parte schiacciare bene la ricotta con la forchetta per renderla cremosa, sbattere le uova in una ciotola e sciogliere il burro e quando è tiepido, aggiungere  questi ultimi tre ingredienti al composto precedente  continuando a sbattere, infine aggiungere la frutta candita, una fialetta di aroma ai fiori d’arancio e mezza tazzina di liquore strega.
Togliere dal frigo la pasta frolla qualche minuto prima e cominciare a stenderla.
Imburrare una teglia 32-33 cm di diametro foderarla con la pasta frolla, versarvi il composto e decorare con le strisce di pasta frolla alternandole per avere degli incroci a losanghe.
Infornare a 180° per circa 30 minuti, a fine cottura lasciare asciugare nel forno ancora per una mezz’ora poi sfornarla  e quando si è raffreddata toglierla dalla teglia.

Variante: con queste quantità io  faccio sempre due pastiere perché a noi in famiglia piace più bassa e non molto umida quindi uso due teglie di 27 e 23  cm.

Qui la variante  PASTIERA CON GRANO E RISO

PASTIERA CON GRANO E RISO

La Pasqua, come  altre  feste religiose, oltre a vederci coinvolti nelle diverse funzioni liturgiche, ci porta a riunirci in famiglia e quindi a pranzare insieme, sia per il piacere di gustare piatti tradizionali, che soprattutto per condividere  momenti di comunione e di allegria. Questi momenti noi li assaporiamo negli istanti in cui li viviamo, e sembrano sparire, invece rimangono indelebili nelle nostre menti e nei nostri cuori  e riemergono negli anni successivi, quando ci ritroviamo sempre meno numerosi, ma con le stesse tradizioni da condividere e tramandare ai nuovi che giungono.
Dall'unione di diverse famiglie, ovviamente c'è l'aggiungersi di particolari e varianti, così, per quanto riguarda la pastiera in casa mia ne abbiamo due versioni; questo comporta che ogni anno per la Pasqua, a parte il doppio lavoro, c' è  un continuo assaggiare perchè le due versioni sono entrambe richieste e non c'è una decisione unanime, alla fine sono entrambe molto buone.



Ingredienti:
1 base di PASTA FROLLA
500 gr di grano cotto
500 gr di zucchero
160 gr di ricotta
6 uova
50 gr di burro
50 gr di frutta candita
200 gr di riso cotto in bianco e salato
1 bustina di vanillina
½ bicchiere di un misto liquori al gusto rum e al gusto anice
la buccia grattugiata di un limone

Preparare la pasta frolla già qualche ora prima e metterla in frigo.
In una ciotola di dimensioni adeguate mettere il grano e lo zucchero e sbattere il tutto con una frusta poi aggiungere il riso;  da parte schiacciare bene la ricotta con la forchetta per renderla cremosa, sbattere le uova in una ciotola, sciogliere il burro e quando è tiepido, aggiungere  questi ultimi tre ingredienti al composto precedente  continuando a sbattere; infine aggiungere la frutta candita, i liquori, la vanillina e la buccia di limone grattugiata.
Togliere dal frigo la pasta frolla qualche minuto prima e cominciare a stenderla.
Imburrare una teglia 32-33 cm di diametro foderarla con la pasta frolla, versarvi il composto e decorare con le strisce di pasta frolla alternandole per avere degli incroci a losanghe.
Infornare a 180° per circa 30 minuti, a fine cottura lasciare asciugare nel forno ancora per una mezz’ora poi sfornarla  e quando si è raffreddata toglierla dalla teglia.

Variante: con queste quantità io  faccio sempre due  pastiere perché a noi in famiglia piace più bassa e non molto umida quindi uso due teglie di 27 e 23  cm.

Qui la variante PASTIERA CON SOLO GRANO

PASTA FROLLA

Questa è la ricetta della pasta frolla, molto "friabile", è utilissima per preparare le crostate, le pastiere, ma anche biscottini.
Essa va stesa prima con le mani, poi col mattarello, per vedere il giusto grado di consistenza; non deve essere troppo sottile, ma liscia e corposa.
E' consigliabile prepararla sempre in anticipo, perchè deve riposare almeno mezz'ora in frigo; la si può preparare anche il giorno prima, o addirittura congelarla.




Ingredienti:
300 gr di farina
100 gr di zucchero
150 gr burro
2 tuorli + 1 uovo intero
un pizzico di sale
1 bustina di vanillina
1 cucchiaino di bicarbonato

In una bella ciotola capiente unire  lo zucchero con il burro tenuto a temperatura ambiente e tagliato a pezzetti, poi  le uova e un pizzico di sale,  aggiungere la farina mischiata al bicarbonato e alla vanillina,  lavorare fino a formare un impasto morbido e liscio, aggiungere pochissima farina solo per staccarla dalle mani.
Fare una palla avvolgerla nella pellicola e tenerla in frigo almeno mezz’ora.
Al momento di usarla togliere la pellicola, usare la farina sulla spianatoia e con l’aiuto del mattarello stenderla.
In forno a 180° C per 30 minuti.

lunedì 14 aprile 2014

ORECCHIETTE CON LA ZUCCA

Pasta con la zucca


Ecco primo piatto che si può preparare in poco tempo ma che davvero vi sorprenderà! Orecchiette con crema di zucca!






GIRELLE DI SPINACI E RICOTTA

Per un pranzo in famiglia, in un giorno di festa, è tradizione organizzare dei piatti più ricercati e soprattutto da poter preparare in anticipo, visto che il numero delle persone lievita notevolmente.




Ingredienti per 12 persone:
  • per la pasta:
1 kg di farina
10 uova
2 cucchiai di olio
sale, quanto basta
  • per il ripeno:
1 kg di spinaci lessati e sgocciolati
1,5 kg di ricotta
100 gr di pecorino grattugiato
100 gr di parmigiano grattugiato
4 uova
sale
1/2 cucchiaino di noce moscata grattugiata
pane grattugiato, quanto basta per asciugare
  • per il sugo
2 litri di sugo
5 cucchiai di olio
aglio, cipolla, sale
parmigiano grattugiato


Preparare la pasta, dividerla in quattro parti e stenderla in quattro rettangoli circa 30 cm x 40 cm, poi preparare  il ripieno.
Tagliuzzare gli spinaci, salarli, poi aggiungere la ricotta e amalgamare il tutto, aggiungere le uova sbattute da parte, poi i formaggi e la noce moscata, mescolare bene, alla fine regolare la consistenza con il pane grattugiato.
Dividere il ripieno sui quattro rettangoli, arrotolarli e richiuderli uno alla volta in un panno di tela bianco legandolo ai lati, immergerli in acqua, quando inizia il bollore continuare per 20 minuti.
Una volta cotti toglierli dall'acqua adagiarli su un tagliere di legno, lasciarli intiepidire e togliere il panno di tela.
Quando sono diventati freddi avvolgerli nella pellicola metterli in frigo, anche per una notte, l'indomani tagliarli a fette, intanto preparare il sugo e prendere delle pirofile capienti.
Versare un pò di sugo sotto la pirofila, disporre uno strato di girelle, ricoprire ognuna di sugo, spolverare col parmigiano e infornare a 180°C per 20/30 minuti. A fine cottura toglierli dal forno se non si vogliono troppo asciutti.

venerdì 11 aprile 2014

QUICHE CON SPINACI E RICOTTA

L'anno scorso ho fatto un viaggio in Svizzera dove ho mangiato una squisitissima Quiche  con spinaci e ricotta, tornata a casa ho voluto reinterpretare la ricetta, ricordando i sapori e le sensazioni, così questo è il risultato.




Ingredienti per 4/6 persone:

  • pasta brisè:
300 gr di farina
150 gr di burro
1 uovo
1 cucchiaino di zucchero
2 cucchiaini di latte
2 pizzichi di sale
  • ripieno:
450/500 gr di spinaci cotti e sgocciolati
250 gr di ricotta
2 uova
2 cucchiai di formaggio grattugiato
2 cucchiai di pecorino grattugiato
sale, pepe, noce moscata

Nel mixer o in una ciotola, versare la farina aggiungendo il sale e lo zucchero, mescolare.
Aggiungere il burro tagliato a pezzetti, lavorare il tutto ottenendo un composto sabbioso e non compatto.
Incorporare l'uovo intero, e, a poco a poco, due cucchiai di latte. Non lavorare troppo l'impasto, deve risultare elastico.
Formare una palla, avvolgerla nella pellicola e metterla in frigo per circa un'ora.
Preriscaldare il forno a 200° C.
Intanto preparare il ripieno unendo agli spinaci tagliati, la ricotta, le uova, il sale, il pepe, la noce moscata e il formaggio grattugiato.
Imburrare la pirofila scelta, rettangolare o tonda (io ho scelto tonda 26 cm di diametro), rivestirla con carta forno, stendere la pasta brisè in due cerchi uno più grande uno più piccolo; rivestire la teglia con quello più grande versare il ripieno e coprire con l'altro più piccolo, chiudere i bordi e punzecchiare con una forchetta.
Infornare per 25 minuti.




Io ho preferito coprirla tutta ma in genere si fodera solo la teglia e poi sopra si fanno decorazioni con la pasta, ai miei familiari piace di più chiusa. E' buonissima lo stesso, ve lo assicuro, è andata a ruba!

mercoledì 9 aprile 2014

TIRAMISU' BICOLORE

Un dolce da provare, velocissimo da realizzare, e almeno 15/18 porzioni da gustare


Ingredienti:
1 confezione di savoiardi
2 litri di crema pasticciera (qui trovate una ricetta eccezionale http://scuolacucina.blogspot.it/2014/04/crema-pasticcera.html)
4 cucchiai di cacao amaro

per bagnare i savoiardi:
2 tazzine di latte fresco
2 tazzine di acqua
1/2 tazzina di limoncello

per decorare:
2 cucchiai di crema alla nocciola


CASARECCE CON ZUCCHINE

Un primo piatto delicato con le zucchine


Un primo veloce e semplice, ma molto saporito.



Le casarecce sono un formato di pasta che un pò tutti conosciamo e abbiamo già utilizzato nella nostra cucina, nella realizzazione delle nostre ricette.


Esse sono  lisce e arrotolate su se stesse come delle  piccole pergamene, incurvate verso la punta


Possiamo considerarle una interpretazione della   "pasta busiata", pasta casareccia, d'origine araba ottenuta con il "bus", la sottile canna di una pianta con cui un tempo si avvolgevano i pezzetti d'impasto

Come formato si è diffuso in origine in Sicilia  ma poi  anche in altre regioni del Centro-Sud, e via via, ovviamente un pò ovunque.


Le casarecce sono ottime con il "classico" ragù, ma grazie alla superficie liscia e delicatamente porosa sono il formato ideale per ogni  tipo di sugo, da quelli tradizionali a quelli più semplici.

La mia ricetta è davvero semplicissima, ma ciò non toglie che, riscuote sempre grande successo ogni volta che la preparo.

Come sempre  vi suggerisco di realizzare  la ricetta, e mi farà immenso piacere rispondere ai vostri commenti e alle vostre domande.

Per chi si cimenterà. sarei felice di ricevere anche qualche  foto che pubblicherei molto volentieri, ovviamente a nome dell'autore, ecco l'album già ricco di foto inviate da voi

Per rimanere aggiornati: iscriversi per ricevere via mail le ultime novità pubblicate

Potete seguirmi su:  

pagina facebook    Passioni & Curiosità 
pagina twitter        @PassioniandC
pagina pinterest    Passioni & Curiosità
pagina instagram  passioniecuriosita



lunedì 7 aprile 2014

TORTA CAROTE E MIELE

Carote e miele per una torta speciale

Ecco un dolce ideale per una sana colazione.
Un dolce soffice e soprattutto con un sapore gradevole, delicato  esaltato dal leggero sottofondo  del miele.


GONNA INTROVABILE



Vi è mai capitato di girare in lungo e in largo e non riuscire  a trovare proprio quella gonna che vostra figlia tanto desidera per una festa imminente?

E' un incubo, perchè è l'argomento con cui si apre la giornata e poi si chiude anche, accompagnato dalla domanda tipica, e se non la troviamo?

Allora la disperazione, ti trasforma nella sarta (alla buona!) che non sei mai stata.

Ecco come ho risolto il problema e, posta la parola fine all'incubo durato giorni.

IL COTOGNO

CONTINUIAMO A CURARE IL GIARDINO
POST N.3

Il cotogno è un albero particolare, per me, perchè dà delle mele che sono immangiabili, ma sono ottime per preparare la marmellata o consumarle cotte a spicchi; il profumo è delicato ed il sapore eccezionale.
L'anno scorso non sono riuscita a potarlo e vedete cosa è diventato quest'anno.


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Publisher Website!  Fonte: http://www.dphoneworld.net/2015/05/implementare-avviso-cookie-policy-blogger.html#ixzz3cDAb5Qr5 Follow us: @fabiannit on Twitter | dphoneworld.net on Facebook