Passa ai contenuti principali

LA RICETTA PIU' CLICCATA

SAVARIN E BABA' MIGNON

Un savarin che si fa ammirare e piccoli babà da assaporare Pasta babà bagnata al Rum e ricoperta con gustosa crema pasticcera
Il Savarin fa parte della pasticceria napoletana perchè è una variante del babà, il dolce che è tra i simboli della tradizione partenopea.

Il Savarin si differenzia dal babà per la sua forma circolare e il foro centrale che le pasticcerie campane come tradizione riempiono di crema pasticcera con al centro una deliziosa amarena sciroppata.
Il babà mignon invece non manca mai tra la piccola pasticceria insieme alla famosa sfogliatella liscia o riccia.
Come si fa a resistere a tanta bontà! Quando c'è qualcosa del genere in frigo è un continuo andare e venire fino alla gara per accaparrarsi l'ultimo rimasto!
Provare per credere!!!!






































PER FARE UN'OTTIMA PASTA BRISE'


Facciamo insieme la brisée

Quattro ingredienti per fare la magia



Gli impasti base sono quelli che per primi dobbiamo imparare perchè ci permettono con il loro impiego di dar vita a vecchie ricette  o a nuove ed innovative creazioni.


Ad esempio la pasta brisée è una delle basi della cucina classica francese. Il nome può farci immaginare qualcosa di straniero e complicato, invece no, è uno degli impasti che richiedono minor numero di ingredienti, solo le attenzioni giuste nel mescolarli (impastarli).



La pasta brisé ha un gusto neutro, ma possiamo darle un gusto dolce aggiungendo dello zucchero o profumarla con degli aromi che preferiamo, essa è come un foglio bianco su cui possiamo iniziare a disegnare



È estremamente friabile simile alla pasta frolla ma ha un colore giallo meno intenso perchè non contiene uova.

Si chiama brisée, cioè rotta, perché  impastando prima il burro con la farina si ottiene un impasto formato di  pezzetti staccati l'uno dall'altro; poi si aggiunge un pò alla volta la quantità di acqua necessaria ben fredda  per ottenere un'impasto omogeneo; questo impasto prevede sempre l'aggiunta di  sale perchè tradizionalmente nasce  come base  per torte salate contrapposta alla  pasta frolla utilizzata per i dolci, ma talvolta è anche piacevole fare il contrario mischiando dolce e salato, ad esempio il "pasticciotto" prevede guscio dolce e l'interno salato.



Ciò che mi fa amare la pasta brisée è la  sua semplice realizzazione e la sua versatilità, si sposa bene con diversi tipi di ingredienti, apportando quella nota  croccante ad ogni ricetta in cui la utilizziamo. 

Averla pronta in frigo significa avere una base delicata e fragrante sempre pronta per preparare anche all'improvviso delle ricette per stupire!!

Su prepariamola insieme vedrete che non ve ne pentirete, e sarò felice di ricevere le vostre impressioni o gli apprezzamenti che avrete ricevuto. mi raccomando scrivetemi!!



































Ingredienti:

250 g di farina

125 g di burro

1 pizzico di sale

3 cucchiai di acqua freddissima






Versare nel frullatore la farina e aggiungere il burro a pezzi freddo di frigo, poi un pizzico di sale  e frullare il tutto, fino ad ottenere un composto dalla consistenza sabbiosa e farinosa. 


Ovviamente per avere  la variante dolce  aggiungere due cucchiaini di zucchero prima di aggiungere l'acqua fredda, invece per la variante salata aggiungere due cucchiaini di sale.

A questo punto, mettere il composto ottenuto su una superficie di marmo, dare la classica forma a fontana  ed impastare velocemente aggiungendo poco alla volta l'acqua fredda. Impastare con le mani  cercando però di non surriscaldare troppo l'impasto, e lavorarlo fino a renderlo compatto, sodo e abbastanza elastico. 

Avvolgere la pasta brisé ottenuta nella pellicola da cucina e lasciare riposare in frigo per almeno 40 minuti
Passati i 40 minuti, la pasta brisé è pronta per essere utilizzata.


Per stendere la pasta più facilmente mettere l'impasto fra due fogli di carta da forno e appiattire con il matterello, girare più volte, fino ad arrivare a uno spessore di 3-4 millimetri. 

Se abbiamo bisogno del guscio vuoto, cuocere la brisée  “in bianco” ovvero, imburrare ed infarinare lo stampo , stendere la pasta  punzecchiare con una forchetta, coprire con carta da forno, riempire di legumi secchi.
Una volta stesa la sfoglia nello stampo, meglio farla riposare almeno 10 minuti in frigorifero prima di infornare.

Per donare un colore dorato alla pasta bisogna spalmarne la superficie con del tuorlo d'uovo sbattuto prima  infornare.
 

Cuocere nella parte centrale del forno. La cottura della brisée dipende dal tipo di ricetta.


Cuocere a 180° per 45 minuti se ripiena o da riempire a freddo.

Cuocere a 180 ° per 20 minuti vuota e poi 25 col ripieno.

Una volta raffreddato il guscio, farcire secondo la ricetta che stiamo realizzando  o seguendo la nostra fantasia.

La pasta brisée senza cuocere  la possiamo tenere in frigorifero, chiusa, per un paio di giorni al massimo o anche nel freezer per un mesetto, così è già pronta per l'uso, evitiamo di impastarla all'occorrenza.

Buon Assaggio!!!



















Post popolari in questo blog

DOLCE NEL BICCHIERE

Un delicatissimo dolce al cucchiaioDolce monoporzione, facile da preparare, si presenta benissimo
Un dessert morbido, cremoso, con delicato gusto di fragola e vaniglia.
Un dolce facile e veloce da preparare, ma anche molto bello da vedere, utile come monoporzione soprattutto in occasione di cene e rinfreschi.


Il dolce al cucchiaio più noto e apprezzato lo conosciamo tutti  è il tiramisù, ne ho realizzato, tempo fa, una mia versione nel bicchiere; una versione che è piaciuta davvero tanto, infatti è stata scelta come worldrecipes per l'EXPO 2015

Questa che vi propongo oggi, è una nuova interpretazione che sostituisce i savoiardi con il pan di spagna, il caffè con lo sciroppo di vaniglia  e fragola; ho scelto inoltre di utilizzare due creme, una al mascarpone e l'altra pasticcera.
Il risultato è stato un dessert che ha conquistato proprio tutti, infatti hanno chiesto se si poteva ripetere l'esperimento al più presto.
Come sempre,  vi suggerisco di realizzare  la ricetta , e mi f…

TORTA COCCO MANDORLE E CIOCCOLATO

Mega torta di compleannoUna torta particolare per una persona speciale 
Fare dolci è una mia grande passione, ne ho fatti tantissimi, soprattutto torte di compleanno classiche, con ciuffi di panna e decorazioni particolari create da me.

La TORTA, è il dolce classico da preparare in occasione di una  festa in famiglia quale può essere il compleanno, l'onomastico o un anniversario; per tradizione è sempre stata a base di soffice pan di spagna aromatizzato con una bagna.
La BAGNA, in genere, è al gusto che è  più richiesto in famiglia, o che comunque che si abbina meglio alla crema con cui si farcisce la torta, spesso si sceglie una bagna al liquore, ma se ci sono i bambini non è consigliabile.
Questa  torta di compleanno è ripiena di una golosa crema al gusto dei cioccolatini Raffaello, ed ha una bagna semplice e delicata, che consiste in uno sciroppo di acqua e zucchero aromatizzato alla vaniglia.
E' sicuramente molto apprezzata da grandi e piccini.
Se vi ha incuriosito questa ricett…

CAROTE IN PADELLA CON ALLORO

Un profumato contorno con le carote Spesso con la scusa non c'è tempo ripieghiamo su un contorno veloce come un'insalata, ma non pensiamo che anche con la fretta che ci accompagna costantemente possiamo mangiare dei gustosissimi piatti, salutari e senza impazzire vicino ai fornelli. Per cucinare queste carote, vi assicuro deliziose, basta dedicarci pochissimo tempo, quello necessario per metterle in padella e poi possiamo continuare a fare altro o cucinare un primo veloce e senza accorgercene sono già pronte. E .... non dimentichiamo che la carota è ricca di vitamina A (Betacarotene), B, C, PP, D e E, nonché di sali minerali e zuccheri semplici come il glucosio. Per questo motivo il suo consumo favorisce un aumento delle difese dell'organismo contro le malattie infettive