Passa ai contenuti principali

LA RICETTA PIU' CLICCATA

SAVARIN E BABA' MIGNON

Un savarin che si fa ammirare e piccoli babà da assaporare Pasta babà bagnata al Rum e ricoperta con gustosa crema pasticcera
Il Savarin fa parte della pasticceria napoletana perchè è una variante del babà, il dolce che è tra i simboli della tradizione partenopea.

Il Savarin si differenzia dal babà per la sua forma circolare e il foro centrale che le pasticcerie campane come tradizione riempiono di crema pasticcera con al centro una deliziosa amarena sciroppata.
Il babà mignon invece non manca mai tra la piccola pasticceria insieme alla famosa sfogliatella liscia o riccia.
Come si fa a resistere a tanta bontà! Quando c'è qualcosa del genere in frigo è un continuo andare e venire fino alla gara per accaparrarsi l'ultimo rimasto!
Provare per credere!!!!






































FICHI COSA SONO?

Curiosando...in giardino: il fico

In questo periodo dell'anno è un piacere della vista e del palato avvicinarsi all'albero di fichi che ho nel mio giardino, intanto vi svelo una curiosità.


Il fico non è un frutto ma una infiorescenza dolce e profumata, perché composto da tanti fiorellini racchiusi in una membrana, essi si fecondano vicendevolmente originando corpuscoli pieni di zucchero. Il risultato è un alimento dal sapore divino molto dolce e nutriente.







Avendo un albero in giardino posso descrivere  la mia piacevole attesa, da quando l'albero si riempie di questi "fiori" prima piccolissimi, poi  sempre più grandi, tondi e maestosi fino al giorno in cui li ritrovo quasi appassiti e farciti da una polpa che assaporandola ad occhi chiusi, somiglia ad  un impasto  delizioso di zucchero e miele.

Il fico è originario dell’Asia occidentale ma da qui si è poi diffuso in tutta l’Europa mediterranea, quindi lo troviamo oltre che in Italia, anche in Francia, Spagna, Portogallo, Grecia. 
Questa pianta è capace di resistere ai grandi caldi, ma sopporta male il freddo e ristagni d’acqua, quindi in Italia è coltivata soprattutto nelle regioni meridionali: Campania, Calabria, Cilento, Puglia e Sicilia. 

Il nome della pianta è Ficus carica, e comprende: il fico domestico e il fico selvatico; esistono due varietà di piante: le unifere, che danno fichi solo in autunno, e le bifere, che danno frutti in estate e in autunno. 
I "fiori" / frutti più conosciuti sono quelli verdi, i neri  e i fioroni: 
  • Il fico verde ha frutti piuttosto grandi, con buccia verde, e polpa soda di colore rosa. 
  • fichi neri hanno buccia di colore viola molto scuro, polpa di colore rosso vivo e un gusto leggermente dolce. 
  • fioroni, invece, hanno un colore nero-viola, polpa rosa e sapore meno intenso. 

L'unica cosa che non mi piace di questi frutti è che deperiscono facilmente, vanno consumati nel giro di pochi giorni, anche mettendoli in frigo non si conservano a lungo, per ovviare a questo inconveniente, si ricorre all' essiccazione; ovviamente anche i fichi secchi sono eccezionali, ma cosa diversa da quelli freschi appena raccolti. Quando si acquistano freschi bisogna fare attenzione che non siano troppo maturi e che abbiano la “goccia” nelle parte inferiore del frutto. 

I fichi hanno proprietà lassativa, sono ricchi di potassio, vitamina A, calcio e ferro. Nonostante il forte gusto zuccherino contengono poche calorie circa 47 ogni 100 gr. 

In cucina sono usati nella preparazione di primi piatti, carni, torte e dolci al cucchiaio, o serviti insieme a salumi.


I frutti vengono venduti secchi, al naturale oppure ricoperti di cioccolato o di glassa.
Una ricetta, fin'ora, purtroppo non sono riuscita a prepararla perchè li mangiamo subito, al naturale.

Spero che sia stata una curiosità anche per voi, a presto!!

Post popolari in questo blog

MELANZANE E ZUCCHINE IN PADELLA

Un contorno veloce saporito e soprattutto non fritto, con fresche verdure di stagione.

Ingredienti:
2 melanzane
2 zucchine
3 pomodori con la pelle in barattolo
4 cucchiai di olio extravergine di oliva
aglio 
origano
sale q.b.
In una padella della grandezza adeguata tagliare a cubetti le melanzane e le zucchine, aggiungere lo spicchio d'aglio e l'olio.

Coprire e mettere su fuoco medio, lasciare cuocere e girare ogni tanto, in circa 20 minuti le verdure saranno  cotte e rosolate, su un lato aggiungere i pomodori e lasciarli cuocere pochi minuti poi mischiare il tutto, aggiungere sale e origano, fare insaporire e spegnere.

Servire caldi o freddi, l'importante e non mettere più col coperchio.

CAROTE IN PADELLA CON ALLORO

Un profumato contorno con le carote Spesso con la scusa non c'è tempo ripieghiamo su un contorno veloce come un'insalata, ma non pensiamo che anche con la fretta che ci accompagna costantemente possiamo mangiare dei gustosissimi piatti, salutari e senza impazzire vicino ai fornelli. Per cucinare queste carote, vi assicuro deliziose, basta dedicarci pochissimo tempo, quello necessario per metterle in padella e poi possiamo continuare a fare altro o cucinare un primo veloce e senza accorgercene sono già pronte. E .... non dimentichiamo che la carota è ricca di vitamina A (Betacarotene), B, C, PP, D e E, nonché di sali minerali e zuccheri semplici come il glucosio. Per questo motivo il suo consumo favorisce un aumento delle difese dell'organismo contro le malattie infettive


CHEESECAKE AL COCCO

Una torta fredda che unisce il sapore del cocco a quello del cioccolato

In questo periodo di caldo siamo tutti alla ricerca di ricette che possano regalarci un momento di freschezza.
La cheesecake al cocco può soddisfare questa esigenza, perchè è  una deliziosa e freschissima torta realizzata con una base di biscotti al cacao ricoperta da una crema con ricotta e panna unite, ovviamente, al cocco. 

Facile da preparare questa  cheesecake al cocco, e soprattutto ottima ricetta che non prevede  cottura, quindi un doppio vantaggio:  non soffriremo il caldo mentre la prepariamo perchè non accenderemo il fornorisparmiamo corrente (il che non guasta mai!)

Quindi se siete amanti delle cheesecakes senza cottura o dei dolci al cocco e cioccolato, non potete assolutamente perdervela ! 


La Cheesecake al cocco e cioccolato si prepara piuttosto velocemente. Ovviamente ci saranno dei tempi di riposo, ma se la preparate la sera prima, non subirete lo stress dell'attesa 😉

Allora, senza indugiare oltre pr…