Passa ai contenuti principali

LA RICETTA PIU' CLICCATA

TORTA DI COMPLEANNO AL CIOCCOLATO

Torta al cioccolato con crema bianca Un compleanno speciale, una torta speciale
Ecco l'ultima torta che abbiamo realizzato io e mia figlia, una validissima collaboratrice, per il 18° compleanno del giovanotto della famiglia, il mio secondo figlio.

Una torta che ci ha rese orgogliose, perché abbiamo ricevuto davvero tantissimi complimenti. 
Non solo bella ma anche molto buona. 

Irresistibile base al cioccolato farcita con la nutella e una gustosissima crema bianca al mascarpone.

Tutti l'hanno gradita, gli amanti del cioccolato come me ancora ne sentono il sapore e il profumo.
Posso dirvi che la festa è riuscita benissimo, la torta ha chiuso in maniera davvero speciale la serata.
Ora vi propongo le foto, sperando che piacerà anche a voi che mi seguite e se vorrete realizzarla sarò davvero felice di darvi dei consigli.


Come sempre,  vi suggerisco di realizzare  la ricetta , e mi farà immenso piacere rispondere ai vostri commenti e alle vostre domande.
Per chi si cimenterà. sarei felic…

CURIOSANDO..... IN CASERTA

Caserta: la Reggia Vanvitelliana

Il titolo che ho scelto per il blog "Passioni & Curiosità" è dettato proprio da quella voglia di raccontare e mostrare ciò che più mi incuriosisce o mi appassiona, quindi finalmente aggiungo questa rubrica "Curiosando....", nata dall'interesse di scoprire, apprendere e raccontare ciò che mi colpisce andando in giro, documentandolo poi con immagini e mie impressioni.



La mia città è la prima cosa che voglio mostrarvi, per far vedere e capire a chi non ci è mai stato che non è solo terra martoriata da tanta negatività che si vede nei servizi televisivi, ma è soprattutto una terra ricca di bellezze naturali e opere d'arte che spesso non vengono mostrate o sono ignorate.

Parlando di Caserta il primo pensiero o il primo ricordo è per il Palazzo Reale Vanvitelliano col suo Parco, il suo Giardino Inglese, le Fontane e le statue, gli Appartamenti con le sontuose Sale  e  i preziosissimi arredamenti. 


Monumento che è simbolo di Caserta nel mondo, soprattutto dopo aver ospitato  i più grandi Capi di Stato essendo stata la sede il G7 nel 1994.






















La Reggia di Caserta ha una pianta rettangolare articolata su corpi di fabbrica affacciati su quattro grandi cortili interni e si estende su una superficie di circa 47.000 metri quadrati per un’altezza di 5 piani pari a 36 metri lineari. 

Un imponente portico (cannocchiale ottico) costituisce l'ideale collegamento con il parco e la cascata, posta scenograficamente al culmine della fuga prospettica così creata.

Vista dal palazzo verso la cascata

Vista dalla cascata verso il palazzo

Fontana di Diana e Atteone alla base della cascata

Lo scalone d’onore, invenzione dell’arte scenografica settecentesca, collega il vestibolo inferiore e quello superiore, dal quale si accede agli appartamenti reali.


























Sul vestibolo superiore, di fronte al vano dello scalone d'onore, si apre la Cappella Palatina.





Il teatro di Corte, ubicato nel lato occidentale della Reggia, è un mirabile esempio di architettura teatrale settecentesca.




















































Al centro del “boschetto antico” si riconosce la preesistente costruzione a pianta ottagonale, detta la “Torretta del Pernestà”

In quest’area, sulla sinistra del palazzo, di seguito al bosco vecchio viene inserita la  Peschiera grande (lunga 270 m., larga 105 m. e profonda 3,50 m), un bacino artificiale con un isolotto al centro e fontane. 

Per soddisfare i desideri del giovane Ferdinando, l'architetto Vanvitelli realizza il casino come una piccola fortezza circondata da un fossato in modo da simulare una piazza fortificata, per far istruire il giovane re nelle arti militari. Qui si svolgevano finte battaglie terrestri e marittime.
























































Vanvitelli realizzò una straordinaria struttura “Acquedotto Carolino” inserita nella lista del patrimonio Unesco, per portare l'acqua alla Reggia. 

Il condotto, largo metri 1.20 , alto 1.30 e lungo 38 chilometri, è quasi interamente interrato, tranne le parti che passano sui ponti, ed è segnalato da 67 torrini lungo il percorso.

Ponti della Valle di Maddaloni






















Le foto che ho utilizzato sono tratte dall'album della pagina facebook ufficiale:  www.facebook.com/reggiaufficiale/photos_stream 

Mentre per notizie storiche più approfondite e gli orari dell'apertura o altro c'è il sito web ufficiale:


Caserta non è solo la "Reggia"




Caserta con la sua provincia è incantevole per ciò che la natura offre come il Litorale Domizio, i Monti e il lago del Matese ma anche per ciò che ci hanno lasciato gli avi: archeologia dell'antica Capua e degli scavi dei primitivi centri abitati fin dall'epoca preromana; 

Il Borgo Medioevale di Casertavecchia; gioielli del '700 e '800 come San Leucio la "Real Colonia" destinata alla produzione della seta; ancora Castelli, Palazzi, Ville, Duomi, Abbazie e Chiese con opere bellissime e preziose, ma anche antichissime tradizioni, prodotti artigianali e una gastronomia dai mille gusti e sapori.


Una tradizione gastronomica che si tramanda da generazioni è la pasta fatta in casa come i famosi gnocchi di farina la cui ricetta è giunta a me da almeno tre generazioni.
























Qui la ricetta per cucinarli  GNOCCHI AL FORNO








Commenti

Post popolari in questo blog

PANE COTTO CON I BROCCOLI DI RAPA

Pane cotto della nonna Per gustare un delizioso piatto di "pane cotto con le rape", seguite questa antica ricetta della nonna.
























MELANZANE E ZUCCHINE IN PADELLA

Un contorno veloce saporito e soprattutto non fritto, con fresche verdure di stagione.

Ingredienti:
2 melanzane
2 zucchine
3 pomodori con la pelle in barattolo
4 cucchiai di olio extravergine di oliva
aglio 
origano
sale q.b.
In una padella della grandezza adeguata tagliare a cubetti le melanzane e le zucchine, aggiungere lo spicchio d'aglio e l'olio.

Coprire e mettere su fuoco medio, lasciare cuocere e girare ogni tanto, in circa 20 minuti le verdure saranno  cotte e rosolate, su un lato aggiungere i pomodori e lasciarli cuocere pochi minuti poi mischiare il tutto, aggiungere sale e origano, fare insaporire e spegnere.

Servire caldi o freddi, l'importante e non mettere più col coperchio.

PETTOLE E FAGIOLI

Una pasta semplice ma tanto amata: le pettole
Questa ricetta mi riporta in mente tanti piacevoli ricordi che riguardano la mia mamma, che adorava preparare la pasta fatta a mano e invitava sempre parenti e amici per mangiarla insieme. Ogni volta che la preparo è come se lei fosse vicino a me per farla insieme come facevamo sempre!!
Bello cimentarsi e poi essere soddisfatti quando i commensali apprezzano quanto si è preparato.
Perchè non provate anche voi? Fatemi sapere com'è andata, inviatemi foto o commenti sarò felice di pubblicarli per voi !!

RISO E CAVOLO CAPPUCCIO

" Ris e cappucc" Questa è una delle ricette che mi portano indietro nel tempo. Che bello ricordare quando la mia mamma lo preparava per me e prima di lei la mia nonna.  Non era allora una delle mie ricette preferite, ma come per tutti, i gusti cambiano e ora la mangio molto volentieri; nelle giornate fredde, è un vero toccasana per riscaldarsi.   In casa piace a tutti, e diciamo anche che è una ricetta molto salutare visto che c'è solo riso e dell'ottimo cavolo cappuccio stufato.
Il cavolo cappuccio è una varietà di cavolo, è caratterizzato dall'avere le foglie esterne lisce, concave e serrate, che racchiudono le foglie più giovani in modo da formare una palla compatta detta "testa" o "cappuccio". La verza, altra varietà di cavolo a differenza di quello cappuccio presenta foglie grinzose, increspate e con nervature prominenti.  Infatti la ricetta della mia nonna diventava "virz e ris", ottime entrambe.





























BACCALA' FRITTO

Il baccalà fritto senza pastellaUn fritto che accompagna tanti ricordiIl baccalà fritto è un piatto che ricordo sin da bambina ha sempre avuto un ruolo fondamentale nei cenoni delle feste natalizie, ma non è che poi non si mangiava più finite le feste.
Infatti era abitudine di mia nonna e di mia madre dopo di lei  comprare  metà dell'intero pesce conservato sotto sale, di metterlo a bagno e di congelare la parte che non finiva durante le feste per gustarlo poi di nuovo magari nel pranzo della domenica.

Il baccalà fritto è un ottimo secondo piatto a base di pesce dal sapore inconfondibile e veramente speciale, se si ama questo pesce. 

Il baccalà non è altro che merluzzo salato e stagionato. La salagione ne consente la conservazione per lungo tempo, e per questo viene impiegata fin da tempi lontanissimi per consentire il trasporto e la consumazione del pesce in luoghi anche molto distanti da quelli d'origine.



Il baccalà la nonna lo friggeva in modo molto semplice senza utilizzare ne…

PARMIGIANA DI MELANZANE AL FORNO MONOPORZIONE

Parmigiana al forno
La bontà di un'ottima parmigiana di melanzane cotta al forno in contenitori monoporzione


Per un pranzo o una cena farete davvero un figurone, presentando una bella parmigiana monoporzione, darà un tocco di raffinatezza ed eleganza al menù.
Sarebbe l'ideale inserirla in uno dei menù delle festività visto che ormai siamo vicini. Natale è alle porte quindi bisogna programmare e organizzare tutto nei particolari.

Per dare rendere questa parmigiana monoporzione ancora più gustosa al palato e più bella nella composizione del piatto ho aggiunto delle scaglie di Parmigiano Reggiano Campirossi realizzate direttamente sulla portata con le pratiche grattugie realizzate dalla Dalter, vi consiglio di provarle, una vera comodità in cucina.

LE MIE POLPETTE

Sembra semplice fare delle polpette, beh! per me non lo è stato, dopo anni di tentativi, sono riuscita a fare delle polpette che adesso i miei adorano. Prima erano buone solo quelle della nonna, e nonostante seguissi tutte le sue indicazioni le mie non erano buone. Finalmente tentando e ritentando ecco le "mie polpette".



Ingredienti: per le polpette 500-600 g di carne macinata mista (manzo, suino) 2 uova sale q.b. mezzo spicchio di aglio sminuzzato 4 cucchiai di formaggio grattugiato un cucchiaio di prezzemolo 15 fette biscottate 1 bicchiere di latte pane grattugiato q.b. per il sugo 1 confezione di polpa di pomodoro di circa 400g 2 cucchiai di olio di oliva extravergine 1 spicchio di aglio sale q.b.

Iniziare sminuzzando con le mani le fette biscottate in una scodella e bagnandole con il latte. In un'altra scodella mettere la carne macinata, il sale, il formaggio, l'aglio, il prezzemolo, le uova  e, quando sono belle morbide, le fette biscottate. Impastare e rendersi …

CIAMBELLONE ALLO YOGURT -FRUTTI DI BOSCO-

Veloce da realizzare, con pochi ingredienti e soprattutto sporcando solo il contenitore del robot.
Molto morbido, è ottimo per colazione o merenda accompagnato da un succo o da un bicchiere di latte, i miei lo hanno mangiato nelle giornate di caldo spalmandoci sopra della fresca crema al mascarpone o del gelato alla frutta.
Vi assicuro che dopo il primo giro di  assaggi  è finito!


Ingredienti:
250 g di farina
190 g di zucchero
150 g di yogurt ai frutti di bosco
3 uova
45 g di olio di arachidi
1 bustina di lievito

Montare le uova con lo zucchero, fino a che diventano gonfie e spumose, poi aggiungere lo yogurt, l'olio ed infine la farina setacciata insieme al lievito.
Preriscaldare il forno a 180° C e cuocere per 40 minuti. Regolarsi sempre in base al proprio forno e fare la prova dello stecchino prima di sfornare.

BRIOCHE CON LIEVITO MADRE

Brioche con marmellata di prugne Quando la golosità ti rende capace di osare!Fare i dolci è la mia passione, e ovviamente  mangiarli non è un sacrificio!
Questa ciambella l'ho fatta un po' di tempo fa quando ancora ero in Italia e avevo il mio lievito madre che mi dava tante soddisfazioni. 
Questa ciambella è davvero un ottimo dolce da servire a colazione. Parlando di colazione all'italiana.
Realizzata con il comodissimo stampo in silicone  che fa parte dalla vasta scelta di stampi proposti dalla  happyflex.
Consiglio di gustarne una fetta magari leggermente riscaldata, così da renderla soffice e far riprendere la marmellata di prugne che è all'interno, il tutto accompagnato da un ottimo cappuccino; così ora ho già l'acquolina in bocca!
 -    Anche se ho già fatto colazione e tra poco vado al lavoro oggi è venerdì quindi stasera avremo serata italiana al ristorante. Pronti per servire ai nostri clienti i nostri originali piatti italiani. E naturalmente i miei speciali des…

TORTA COCCO MANDORLE E CIOCCOLATO

Mega torta di compleannoUna torta particolare per una persona speciale 
Fare dolci è una mia grande passione, ne ho fatti tantissimi, soprattutto torte di compleanno classiche, con ciuffi di panna e decorazioni particolari create da me.

La TORTA, è il dolce classico da preparare in occasione di una  festa in famiglia quale può essere il compleanno, l'onomastico o un anniversario; per tradizione è sempre stata a base di soffice pan di spagna aromatizzato con una bagna.
La BAGNA, in genere, è al gusto che è  più richiesto in famiglia, o che comunque che si abbina meglio alla crema con cui si farcisce la torta, spesso si sceglie una bagna al liquore, ma se ci sono i bambini non è consigliabile.
Questa  torta di compleanno è ripiena di una golosa crema al gusto dei cioccolatini Raffaello, ed ha una bagna semplice e delicata, che consiste in uno sciroppo di acqua e zucchero aromatizzato alla vaniglia.
E' sicuramente molto apprezzata da grandi e piccini.
Se vi ha incuriosito questa ricett…