Passa ai contenuti principali

LA RICETTA PIU' CLICCATA

SAVARIN E BABA' MIGNON

Un savarin che si fa ammirare e piccoli babà da assaporare Pasta babà bagnata al Rum e ricoperta con gustosa crema pasticcera
Il Savarin fa parte della pasticceria napoletana perchè è una variante del babà, il dolce che è tra i simboli della tradizione partenopea.

Il Savarin si differenzia dal babà per la sua forma circolare e il foro centrale che le pasticcerie campane come tradizione riempiono di crema pasticcera con al centro una deliziosa amarena sciroppata.
Il babà mignon invece non manca mai tra la piccola pasticceria insieme alla famosa sfogliatella liscia o riccia.
Come si fa a resistere a tanta bontà! Quando c'è qualcosa del genere in frigo è un continuo andare e venire fino alla gara per accaparrarsi l'ultimo rimasto!
Provare per credere!!!!






































ECLAIR ALLA CREMA RICOPERTI DI CIOCCOLATO

Eclair buoni come quelli della pasticceria

La mia curiosità nella realizzazione di deliziosi dolcetti




L'impasto da preparare per realizzare gli Eclair, è lo stesso usato per gli choux, l'unica differenza sta nella modellazione della pasta. 


Invece di realizzare tante forme sferiche, si realizzano delle  forme oblunghe,  cotte allo stesso modo in forno finché non diventano  croccanti e vuote al loro interno. 

Una volta raffreddata, la pasta viene riempita con  crema pasticcera ricoperta dalla glassa.


Per soddisfare sempre chi è curioso come me, sono andata a leggermi un pò di notizie storiche circa la nascita di questa preziosa ricetta, largamente diffusa e interpretata.


Secondo fonti storiche, la pasta choux, nacque in epoca rinascimentale alla corte di Firenze, da un’idea del capo pasticcere mediceo Penterelli, perfezionata dal suo successore Popelini, per essere solo in seguito esportata in Francia dai cuochi di Caterina de’ Medici che sposò il futuro Re Enrico II di Valois. 


Inizialmente gli choux erano dei pani ripieni, cotti sotto le ceneri.

Avevano una forma tondeggiante,  infatti, la pasta choux una volta in forno   tende a gonfiarsi, assumendo la tipica forma tonda dei bignè; ma il nome “choux” che in francese significa “cavolo”, deriva dal fatto che i bignè  prima di essere farciti, somigliavano ai cavolini di Bruxelles.


Ora soddisfatta la curiosità circa le origini, dobbiamo essere tanto curiosi di gustarne il sapore da organizzarci subito per provare la ricetta .

Se decidete  di realizzare  la ricetta , e mi farà immenso piacere rispondere ai vostri commenti e alle vostre domande.

Per chi si cimenterà. sarei felice di ricevere anche qualche  foto che pubblicherei molto volentieri, ovviamente a nome dell'autore, ecco l'album già ricco di foto inviate da voi


Per rimanere aggiornati: iscriversi per ricevere via mail le ultime novità pubblicate

Potete seguirmi su:  

pagina facebook    Passioni & Curiosità 
pagina twitter        @PassioniandC
pagina pinterest    Passioni & Curiosità
pagina instagram  passioniecuriosita






Ingredienti:
  • per la base:
250 ml di acqua

100 g di burro

1 pizzico di sale

1 cucchiaio di zucchero

150 g di farina

4 uova


  • per la crema:
400 g di latte 

100 g di panna

150 g di zucchero

8 tuorli

36 g di amido di mais

vaniglia
  • ganache al cioccolato per coprire
150 g di cioccolato fondente

150 g di panna fresca




Preparare prima la crema:  

Far bollire il latte con la vaniglia e la panna, montare i tuorli con lo zucchero poi aggiungere l'amido
Unire i tuorli al latte e alla panna, mettere sul fuoco e far addensare. 

Appena pronta, la crema, lasciarla raffreddare coperta con la pellicola per evitare che si formi la crosticina.

Mentre la crema si raffredda, preparare l'impasto  che va cotto in forno.


Preparare  gli choux:

Portare a bollore l'acqua insieme al burro, al sale e allo zucchero, aggiungere la farina e mescolare tenendo ancora il composto sul fuoco, mescolando fino a quando si stacca dai bordi.
Togliere dal fuoco lasciare un pò intiepidire poi cominciare ad aggiungere le uova, una alla volta, lasciando assorbire bene ogni uovo aggiunto, prima di  unire quello successivo-

L'impasto deve essere corposo e cadere dal cucchiaio solo se scrollato.

Foderare una teglia con carta forno, intanto trasferire l'impasto  nel sac à poche e formare circa 16 bastoncini.

Riscaldare il forno a 220° C infornare e tenere  questa temperatura per 10 minuti, poi passare a 180° C per altri 25 minuti.

Quando sono raffreddati tagliarli a metà e farcirli con la crema.




Preparare la ganache al cioccolato:




Far sciogliere il cioccolato a bagnomaria, unire la panna fresca al cioccolato fuso e montare il composto con l’aiuto di un frullino elettrico.





Stendere la ganache sui pasticcini dopo averli farciti con la crema pasticcera.




Conservarli in frigo, coperti fino al momento di servirli.




Buon Assaggio !!!

Post popolari in questo blog

MELANZANE E ZUCCHINE IN PADELLA

Un contorno veloce saporito e soprattutto non fritto, con fresche verdure di stagione.

Ingredienti:
2 melanzane
2 zucchine
3 pomodori con la pelle in barattolo
4 cucchiai di olio extravergine di oliva
aglio 
origano
sale q.b.
In una padella della grandezza adeguata tagliare a cubetti le melanzane e le zucchine, aggiungere lo spicchio d'aglio e l'olio.

Coprire e mettere su fuoco medio, lasciare cuocere e girare ogni tanto, in circa 20 minuti le verdure saranno  cotte e rosolate, su un lato aggiungere i pomodori e lasciarli cuocere pochi minuti poi mischiare il tutto, aggiungere sale e origano, fare insaporire e spegnere.

Servire caldi o freddi, l'importante e non mettere più col coperchio.

CAROTE IN PADELLA CON ALLORO

Un profumato contorno con le carote Spesso con la scusa non c'è tempo ripieghiamo su un contorno veloce come un'insalata, ma non pensiamo che anche con la fretta che ci accompagna costantemente possiamo mangiare dei gustosissimi piatti, salutari e senza impazzire vicino ai fornelli. Per cucinare queste carote, vi assicuro deliziose, basta dedicarci pochissimo tempo, quello necessario per metterle in padella e poi possiamo continuare a fare altro o cucinare un primo veloce e senza accorgercene sono già pronte. E .... non dimentichiamo che la carota è ricca di vitamina A (Betacarotene), B, C, PP, D e E, nonché di sali minerali e zuccheri semplici come il glucosio. Per questo motivo il suo consumo favorisce un aumento delle difese dell'organismo contro le malattie infettive


CHEESECAKE AL COCCO

Una torta fredda che unisce il sapore del cocco a quello del cioccolato

In questo periodo di caldo siamo tutti alla ricerca di ricette che possano regalarci un momento di freschezza.
La cheesecake al cocco può soddisfare questa esigenza, perchè è  una deliziosa e freschissima torta realizzata con una base di biscotti al cacao ricoperta da una crema con ricotta e panna unite, ovviamente, al cocco. 

Facile da preparare questa  cheesecake al cocco, e soprattutto ottima ricetta che non prevede  cottura, quindi un doppio vantaggio:  non soffriremo il caldo mentre la prepariamo perchè non accenderemo il fornorisparmiamo corrente (il che non guasta mai!)

Quindi se siete amanti delle cheesecakes senza cottura o dei dolci al cocco e cioccolato, non potete assolutamente perdervela ! 


La Cheesecake al cocco e cioccolato si prepara piuttosto velocemente. Ovviamente ci saranno dei tempi di riposo, ma se la preparate la sera prima, non subirete lo stress dell'attesa 😉

Allora, senza indugiare oltre pr…