Passioni & Curiosità : PICCOLO PROMEMORIA DI SEMPLICI REGOLE DA RICORDARE

mercoledì 15 gennaio 2014

PICCOLO PROMEMORIA DI SEMPLICI REGOLE DA RICORDARE

Sono regole semplicissime che tutti già conosciamo, ma molto spesso nel correre, dimentichiamo.

E' utile rispolverale e rispettarle  per fare il bene non solo nostro personale ma di tutti in generale,ognuno di noi può dare il suo importante contributo alla salute del nostro pianeta e alla salute di tutti noi, partendo dai comportamenti nella vita di tutti i giorni, e utilizzando materiali che rispettano i principi dell’ecologia.


Da quando ci alziamo la mattina a quando ci corichiamo la sera, compiamo una serie di azioni che, senza che ce ne accorgiamo, hanno un effetto sull’ambiente.

Pensiamo, per esempio, all’utilizzo di risorse preziose come l’acqua e l’energia: per una doccia o semplicemente per lavarsi i denti non serve tenere continuamente il rubinetto aperto. Così facendo, risparmieremo giorno dopo giorno una quantità consistente di metri cubi d’acqua. Con lavatrice e lavastoviglie si possono risparmiare litri e litri d’acqua se le azioniamo solo a pieno carico.
Riguardo l’elettricità, ricordiamo di non lasciare luci accese quando usciamo da una stanza, meglio ancora utilizziamo lampadine energetiche, che consumano l’80% in meno e durano dieci volte di più.

Indispensabile poi per la lotta all’inquinamento è la raccolta differenziata, che rappresenta il metodo più economico e sostenibile di gestire i rifiuti. Infine quando acquistiamo prodotti per la nostra casa da utilizzare quotidianamente è fondamentale scegliere quelli realizzati con materiali non nocivi alla nostra salute e sicuramente in futuro riciclabili.

Pensiamo ai materiali nocivi che abbiamo in casa e magari non ci facciamo attenzione, possono essere ad esempio:
  •  l’amianto diffuso come isolante in sottotetti e coperture, ormai bandito e sostituito da altri prodotti ecocompatibili; in questo caso attenzione massima alla dismissione, affidarsi a ditte specializzate nella rimozione a norma di legge, e nello smaltimento. Il trattamento di questo materiale è una cosa serissima;
  • i pavimenti in legno non trattati e quindi attenzione alle relative cere per mantenerli,
  • i cavi elettrici, spesso, sono responsabili dell’elettrosmog, quindi è fondamentale usare quelli schermati, e installare bioswitch sul contatore per abbassare al minimo  la tensione di corrente sulla rete domestica.
  • i tessuti per tendaggi e tappezzerie contengono spesso elementi nocivi alla salute, quindi  utilizzare quelli in fibra naturale e senza coloranti, o tessuti ecologici che offrono un’ampia scelta di colori.  Utilizzare ad esempio lenzuola e biancheria  di puro cotone.
  • propendere sempre per mobili di legno e trattati con materiale atossico, infatti mordenti, anti tarli, vernici devono essere garantiti, in special modo per i mobili dei bambini. Nemica è la formaldeide, contenuta in alcune colle utilizzate per trattare il legno. Il letto in listelli di legno con materassi in lana e lattice. Anche la posizione del letto è importante, bisogna orientare la testata verso nord, e assecondare l’asse magnetico terrestre.
  • nelle pulizie ricordiamo di non esagerare con detersivi a base di ammoniaca, un liquido molto irritante, tossico che si rischia di inalare. Finestre e piani di cristallo sono spesso lucidati con prodotti spray o a spruzzo che contengono tensioattivi, ammoniaca e fosfati. Meglio usare spruzzatore con acqua diluita con alcool e gocce di detersivo per piatti, o meglio giornali e acqua, come faceva la mia mamma.
  • nella scelta dei saponi liquidi privilegiare l’uso delle ricariche così da produrre meno rifiuti.


Così arriviamo alla cucina dove dobbiamo saper scegliere:

Il laminato utilizzato per i piani di lavoro; secondo la normativa europea quelli Hpl garantiscono resistenza ai graffi, al calore, al vapore, all’acqua, all’unto, all’abrasione; non guasta un bel bordo rialzato salvagocce.

Scegliere sempre il truciolato che è idrorepellente per le basi, per evitare col passare degli anni deformazioni dovute ad infiltrazioni d’acqua.

Cercare quindi quando è possibile di scegliere oggetti eco design, tessuti e carte riciclati.


La resina: superfici flessibili ed elastiche, super resistente, tanti colori, non presenta giunture è perfetta per piani cottura, lavabo, pavimenti. Fino alla fine degli anni ’50 usata per barche e aerei; negli anni ’60 introdotta nel settore edile, prevalentemente industrie alimentari e farmaceutiche; negli anni ’80 inserita negli ambiti residenziali e commerciali. Oggi diventato materiale indispensabile utilizzato dai creativi di tutto il mondo.




Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Publisher Website!  Fonte: http://www.dphoneworld.net/2015/05/implementare-avviso-cookie-policy-blogger.html#ixzz3cDAb5Qr5 Follow us: @fabiannit on Twitter | dphoneworld.net on Facebook